Scrivere contenuti di qualità per un sito web

scrivere_contenuti_qualita_per_un_sito_Web

La differenza tra quantità e qualità è sempre più rilevante, quando si tratta di scrivere per il web. Come utenti, siamo letteralmente bombardati di contenuti in ogni forma e attraverso ogni canale. In mezzo a tutta questa quantità, sono i contenuti di qualità che ci attraggono, e ci portano a leggerli/vederli/ascoltarli fino in fondo.

Come scrivere contenuti di qualità per un sito web o un blog è il problema fondamentale per ogni content creator, sempre alle ricerca di nuove idee e nuove fonti di ispirazione. Vediamo qualche consiglio per scrivere contenuti originali, qualitativi e interessanti.

Parti da una ricerca

Ok, hai scelto l’argomento di cui parlare, magari anche le Keyword attorno a cui vuoi sviluppare l’articolo. Adesso non limitarti a ciò che sai di quell’argomento, approfondisci prima di cominciare a scrivere! Naviga online, fai un giro in biblioteca, sfoglia riviste di settore, il tutto in italiano e nelle lingue che conosci. Prova a contattare un esperto del tema, più o meno famoso, chiedi se puoi fargli 2-3 domande, servirà a te come spunto, e potrai inserire una testimonianza autorevole nel tuo articolo.

La ricerca deve partire da fonti sempre nuove, sempre diverse. In questo modo potrai scrivere articoli originali (diversi da tutti quelli che si trovano online) e esplorare più punti di vista. Se trovi tanto materiale durante la tua ricerca non ti spaventare, anzi, approfittane per dividere l’argomento in 2-3 sotto argomenti, senza neanche accorgertene avrai pronti 3 articoli invece di 1 solo.

Fornisci spunti per approfondire

Non pensare egoisticamente che il tuo contenuto copra al 100% l’argomento trattato, è piuttosto improbabile che sia così. Piuttosto, dopo aver esposto il tuo messaggio e il tuo punto di vista, fornisci spunti al lettore per approfondire ulteriormente.

La cosa ideale sarebbe inserire link ad altri tuoi contributi che analizzano aspetti diversi dello stesso argomento, ma non aver paura di inserire anche link esterni alle fonti che hai utilizzato, o a contenuti di altri autori che ti hanno ispirato e che a tuo avviso sono illuminanti sul tema.

Inserisci questi link verso la fine dell’articolo per permettere all’utente di leggerlo tutto, ma ricordati di inserirli perché aumenterà la tua credibilità come autore e sarà di grande utilità per l’utente che intende approfondire l’argomento.

Sii accattivante

La competizione è alta tra i creatori di contenuti, se vuoi emergere devi essere accattivante e attirare l’attenzione del tuo pubblico, mentre distrattamente scorre il feed di Facebook o di LinkedIn.

Come si fa? Devi prestare molta attenzione all’immagine in evidenza, al titolo e alle prime righe di contenuto (o primi secondi se si tratta di un video). Gli utenti dedicano un’attenzione di circa 7-8 secondi ad ogni contenuto prima di passare al prossimo, in quel lasso di tempo devi catturarli, ammaliarli.

L’impatto visivo è sempre più importante, scegli una foto emblematica, che susciti un’emozione. Se non sai scattare, puoi cercare immagini stock da siti gratuiti come Pixabay o Pexels, ma se hai un minimo di dimestichezza con fotocamere, inquadrature e filtri, sarebbe consigliato utilizzare immagini personali, solo tue. Mostrerai la tua personalità, e se ti mostri in prima persona faciliterai la connessione con l’utente.

Il titolo deve essere breve e conciso, pensa al messaggio da comunicare, non perderti in giri di parole. Anche le prima righe devono andare subito al sodo, spiegare quale beneficio otterrà il lettore se arriverà fino alla fine dell’articolo, del video, o in generale del contenuto proposto.

Punta alla trasformazione dell’utente

A cosa serve l’articolo che stai scrivendo? Pensa che deve sempre servire a generare una trasformazione nel lettore. Dopo aver letto il tuo articolo ci si dovrebbe sentire più colti, più rilassati, più informati, più decisi, più disillusi, più speranzosi, decidi tu come vuoi far sentire il tuo lettore, e scrivi l’articolo in questa direzione.

Nessun articolo dovrebbe nascere per lasciare indifferente chi lo legge, ma per lasciare qualcosa in chi lo legge. Per fare questo devi avere chiaro il messaggio, e devi trasmetterlo nel modo più limpido che conosci. Inserisci delle citazioni qua e là, evidenzia dei “take-home message” per focalizzare i concetti principali.

Potresti pensare che questo consiglio è difficile da mettere in pratica per contenuti molto tecnici o pratici, come delle guide, degli “how-to”, invece è applicabile a tutti i contesti. Per articoli molto tecnici, non limitarti a snocciolare informazioni una dopo l’altra, evidenza qual era il problema da risolvere e quale disagio procurava, proponi la tua soluzione, descrivi i benefici e i vantaggi.

Rispondi ad un bisogno o a un desiderio

Quanto più il tuo articolo saprà rispondere ad un bisogno reale dell’utente, tanto più sarà riconosciuto come utile e di qualità. Come scopriamo quali sono i bisogni e i desideri degli utenti? Dobbiamo fare un’altra piccola ricerca…

Visita i siti dei tuoi competitor, i siti di domande e risposte (Yahoo Answers, Quora…), i video su YouTube, i forum di discussione e tutti i luoghi in cui sai che il tuo target è attivo e interagisce. Lo scopo è leggere i commenti, i feedback, capire il livello di interazione e gradimento su ogni singolo contenuto. Dalle domande che gli utenti fanno più spesso possiamo trarre spunti per nuovi contenuti che risponderanno proprio a queste domande. Dall’engagement su un determinato tipo di contenuto possiamo dedurre che quel contenuto piace e possiamo replicarlo (con il nostro stile e le nostre conoscenze, ovviamente).

Utilizza siti di ricerca parole chiave come il Keyword planner di Google, o Google Trends, Answer the public, eccetera… Anche in questo caso scoprirai quali sono gli argomenti (o meglio le domande) su cui gli utenti hanno più dubbi, quelli che cercano più spesso. E sarai pronto per creare un contenuto ad hoc che sarà molto utile per loro!

Sii costante (e aggiornato)

Soprattutto se scrivi per un blog, hai a che fare con un sito molto dinamico, in continua evoluzione, che richiede aggiornamenti continui. Ti consiglio di restare sempre aggiornato sugli argomenti di cui tratti: leggi news, partecipa ad eventi live, segui altri siti o altri influencer.

E’ molto importante farsi trovare pronti quando accade qualcosa di nuovo: essere il primo a parlare di un lancio di un prodotto, di una modifica all’algoritmo di Google, o di qualsiasi breaking news relativa al tuo settore, potrebbe farti ottenere molte visualizzazioni, farti conoscere al tuo target, e renderti una figura influente e affidabile. Il tuo contenuto è di qualità se è utile, e informare le persone di una notizia importante per primi, quasi in tempo reale, è un servizio indiscutibilmente utile.

A parte il caso specifico delle breaking news, e dei trending topics, la regola generale è essere costanti. Crea un rapporto di fiducia con l’utente facendoti vedere spesso, non pubblicando 10 articoli e poi sparendo per mesi. Se l’utente sa che può contare sui tuoi contenuti ogni 2 giorni/7 giorni/15 giorni (scegli tu la frequenza, ma mantienila costante), tornerà a cercarti e si instaurerà un rapporto di fiducia.

Scrivere per la SEO o per l’utente?

scrivere_contenuto_qualita

E’ importante bilanciare questi due aspetti: bisogna scrivere per l’utente, per dargli quello che cerca, essergli utile, ma bisogna anche fare attenzione alla SEO, perché anche Google è esigente e si aspetta certe cose dai nostri articoli. Inoltre, se non ottimizziamo il nostro contenuto, per quanto di qualità, difficilmente verrà trovato sui motori di ricerca…

Per l’utente devi stare attento a rendere il tuo contenuto facilmente leggibile: sii chiaro e conciso, dividi il testo in paragrafi, con titoli in evidenza facilmente individuabili a colpo d’occhio. Utilizza gli elenchi per riassumere i punti che stai trattando. Aggiungi immagini o video accattivanti e evocativi, usali in mezzo al testo per alleggerire il contenuto, per riaccendere l’attenzione.

Per la SEO devi evidenziare la parola chiave attorno a cui ruota il testo, inseriscila in modo naturale all’interno delle frasi, ma ripetila più volte, magari in grassetto, e all’inizio delle frasi o dei paragrafi. Usa un titolo breve, ma che riprenda la parola chiave. Sfrutta gli H1-H2,… per suddividere il testo in maniera ordinata, inserisci immagini (sempre rinominate ad hoc e con il Tag Alt), link interni ed esterni. Inserisci dati strutturati (Rich Snippet) e, se il tuo CMS te lo permette, attribuisci categorie ai tuoi contenuti.

Non fare errori

Questo consiglio avrei voluto non inserirlo, perché è alla base del tuo lavoro. Se crei contenuti di qualità, non puoi permetterti di fare errori nella scrittura. Refusi, errori grammaticali e lessicali, sono tutti banditi. La prima regola è scrivere bene.

Anche un piccolo refuso può lasciare un’impressione molto negativa nel lettore, dà l’impressione che tu abbia scritto di fretta, senza cura e senza rileggere. Sembra che tu non abbia a cuore il tuo lavoro e i tuoi lettori.

Scrivi, leggi e rileggi prima di pubblicare. A proposito, se hai bisogno di due occhi precisi e infaticabili per aiutarti a rileggere i tuoi contenuti, sai che mi occupo anche di correzione bozze?

Misura la qualità

Sembra un paradosso, ma la qualità è in qualche modo misurabile. Nell’ambito del content marketing misurare i risultati è fondamentale per portare avanti una strategia di successo.

Nel caso specifico, per controllare di aver scritto un articolo di qualità sul tuo sito o blog, puoi misurare i seguenti fattori, e paragonarli con quelli di altri tuoi contenuti simili e non:

  • numero di like/commenti/condivisioni
  • tenore dei commenti (complimenti, critiche, dubbi…)
  • numero di conversioni
  • aumento/diminuzione del traffico sul sito
  • durata della sessione e frequenza di rimbalzo
  • posizionamento dell’articolo in SERP (pagina dei risultati di Google)

Conclusioni

Scrivere contenuti di qualità per un sito web non è cosa semplice, ma vanno rispettate una serie di regole. Non aver fretta di pubblicare, se non sei pienamente soddisfatto di ciò che stai per scrivere, prenditi il tempo per completare la tua ricerca, per consultare una fonte in più. Scrivere richiede tempo, scrivere bene ancora di più.

Qual è il contenuto di qualità di cui sei più orgoglioso e perché? Lasciami pure il link nei commenti, di qualsiasi argomento si tratti, sarò felice di leggerlo e darti un mio feedback!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *